Violenza domestica, una sola scelta per salvarti: IL DIVORZIO

Violenza domestica, una sola scelta per salvarti: IL DIVORZIO

Secondo i dati ISTAT al 13 maggio risultano -33% di denunce di donne uccise durante il lockdown, ma si registra un preoccupante aumento pari a +73% di chiamate al numero antiviolenza.

 

LEGGI ANCHE L’ARTICOLO Documenti divorzio: ecco quali servono

 

Se hai bisogno di sapere come procedere contattaci al numero 3791156991 o scrivici su Whatsapp. Altrimenti lascia i tuoi dati compilando il form in fondo all’articolo e verrai richiamato gratuitamente.

Il silenzio delle donne che vivono nelle mura domestiche con uomini che erano o che si sono rivelati violenti, oggi fa molto rumore. Si moltiplicano i servizi televisivi che evidenziano lo scioccante dato pubblicato dall’Istituto Nazionale di Statistica: oltre il 73% in più di richieste di aiuto ricevute dal numero antiviolenza nel periodo di quarantena rispetto all’anno scorso.

 

L’esempio di chi ce l’ha fatta

“Un giorno occhio nero, un giorno il braccio rotto, un giorno la testa ferita, un giorno un taglio sulla pelle. Chiedeva sempre scusa, diceva scusami non lo farò più, non ti dò più le botte, non ti dò le spinte, non ti tratto più male!”

Maria, nome di fantasia, è riuscita a salvarsi un giorno prima del lockdown  grazie al Telefono Rosa. La convivenza forzata di questi ultimi mesi ha aggravato la situazione delle donne vittime di violenza. I centri di aiuto hanno sempre continuato a lavorare da casa durante tutto il periodo di lockdown.

“In questi due mesi abbiamo ricevuto tantissime telefonate” –  dice una delle volontarie del Telefono Rosa intervistata in tv – “da nord a sud e da donne di ogni ceto sociale. Aiutiamo le donne a distanza”.

Durante il lockdown sono state oltre 5.000 le chiamate al 1522, il numero antiviolenza e stalking, contattabile anche attraverso una chat gratuita.

Aumentate le richieste di aiuto dal centro Italia, Lazio e Toscana in testa, seguite dal nord con Piemonte, Liguria e Lombardia. In tutto, sono oltre il 70% in più rispetto allo scorso anno, le donne che hanno contattato il 1522 secondo l’ISTAT.

“Speriamo di riaprire al più presto e in sicurezza” continua la volontaria intervistata “perchè le richieste sono purtroppo in continuo aumento”.

Chiama il nostro numero diretto: 3791156991 o contattaci su Whatsapp per metterti in contatto con il nostro team di esperti, oppure lascia la tua email per ricevere informazioni sul divorzio.

 

Cosa dicono gli esperti

Come sottolineato da diversi studi in tutto il mondo, sopravvivere al Covid-19 come succede per ogni altra catastrofe naturale, comporta la volontà di operare un cambiamento radicale nella propria vita.

Superare un momento di crisi come questo, implica l’acquisizione di una maggiore forza di volontà e un nuovo livello di consapevolezza delle proprie necessità: si diventa solamente più egoisti pensando esclusivamente al proprio benessere oppure più semplicemente si sceglie di stravolgere la propria vita perché si prende coscienza che non è vita quella vissuta fino a questo momento?

 

 Il pontefice spiega, in alcuni casi il divorzio:” È inevitabile”.

“Ci sono casi in cui la separazione è inevitabile e a volte può diventare perfino moralmente necessaria”, queste alcune delle parole utilizzate da Papa Bergoglio già nel 2015, in occasione dell’udienza generale durante cui il Pontefice ha proseguito la catechesi sulla famiglia riguardante appunto i conflitti che portano al divorzio breve.

Papa Francesco cita le situazioni in cui:”Si tratta di sottrarre il coniuge più debole o i figli piccoli alle ferite più gravi causate dalla prepotenza e dalla violenza, dall’avvilimento e dallo sfruttamento, dall’estraneità e dall’indifferenza”, arrivando a toccare le: “Ferite che si aprono proprio all’interno della convivenza famigliare. Quando cioè, nella famiglia stessa, ci si fa del male. La cosa più brutta!”

Per ricevere informazioni sul divorzio e sulla separazione in maniera gratuita puoi chiamare il numero diretto 3791156991 o lasciare un messaggio su Whatsapp. In alternativa, compila il form sottostante e ti contatteremo noi il prima possibile.



 

Condividi questo articolo:
0

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

951642cc6a289363eb0351b1c8753612c7f0ae6b
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: