Separarsi: 6 casi in cui il divorzio è la risposta migliore

Separarsi: 6 casi in cui il divorzio è la risposta migliore

Separarsi a volte è l’unica via d’uscita. Soprattutto in certi casi.

Abbiamo selezionato i sei casi in cui separarsi è non solo la soluzione ideale, ma spesso anche l’unica, soprattutto nei primi due. Sarebbe bene individuare quali sono gli eventuali blocchi mentali che ci impediscono di decidere e superarli. A tal proposito ti consigliamo la lettura dell’articolo “Decidere di divorziare: i 5 blocchi mentali che ce lo impediscono

Vediamo quali sono i sei casi per cui separarsi è la situazione migliore:

 

1. Se il partner ha una dipendenza.

Gioco d’azzardo. Sesso. Alcool. Droga. A meno che non voglia chiedere aiuto sul serio o se si trova già sulla via del recupero, e che tu sia già in contatto con un programma per i partner delle persone affette da dipendenze, è meglio andare via. Essere sposati con una persona affetta da dipendenze può portare problemi legali e finanziari, ma anche abusi emotivi. Crescere in un ambiente di questo tipo è molto dannoso anche per i tuoi bambini, che potrebbero ritenersi responsabili del comportamento dei propri genitori.

 

Francesca,* 49 anni, ha sposato un uomo che era stato sobrio per cinque anni prima di conoscerla. Ma a un anno dal matrimonio è cambiato. Lo descrive come una persona completamente diversa, da carismatico, creativo e produttivo nei momenti di sobrietà a umorale e volubile da ubriaco. “Mi dava la colpa di ogni cosa,” dice. “Ho capito che mio marito amava solo una cosa, e non ero io, né il nostro cane, né la nostra vita insieme. L’unica cosa che amava davvero era bere.”

Francesca ha infine deciso di divorziare, e la sua vita è migliorata sotto ogni aspetto. “ho passato un periodo di tristezza, dolore e shock,” sostiene. “Ma quasi subito si è mischiato con un profondo senso di sollievo e ho potuto vivere davvero come volevo: con un senso di grazia e pace e senza condividere le mie giornate con una persona distruttiva e umorale.”

 

2. Abusi verbali e fisici.

Ci sono cose intollerabili. “La maggior parte delle relazioni con persone che tendono all’abuso non si interrompono per paura che il ciclo di violenze tenda a ripetersi,” sostiene Huemer Winans. Anche se non corri pericoli dal punto di vista fisico, l’abuso verbale può farti molto male, rovina la tua autostima e il benessere mentale ed emotivo.

Come per le dipendenze, vivere in un ambiente carico di abusi può mettere in pericolo i tuoi figli, anche se non sono loro le vittime degli abusi. “Quando un bambino è vittima di violenza domestica o vi assiste, cresce con un livello molto basso di autostima,” sostiene Huemer Winans. “È molto dannoso crescere in questo genere di ambiente.”

Prima di fare le valigie, è fondamentale avere un piano per assicurare la propria incolumità e quella dei propri figli. Cerca associazioni che ti aiutino o rivolgiti a un numero verde.

 

3. Uno dei coniugi vuole avere figli mentre l’altro no.

“Se vuoi avere bambini e il coniuge non ne vuole, nessuno dei due sarà felice all’interno del matrimonio,” sostiene Huemer Winans. “L’unico modo per far funzionare un matrimonio è condividere la stessa visione della famiglia.”

Prima di sposarsi, Giorgio,* 39 anni, e sua moglie hanno discusso riguardo ai figli e hanno deciso di non volerne. Col tempo le cose per lei sono cambiate, ma non per lui. Non sono mai riusciti a trovare un accordo e i loro problemi li hanno allontanati. Avere bambini è una questione importante, e Giorgio è pentito di non aver posto fine alla relazione molto prima.

 

4. L’infedeltà.

L’infedeltà non porta automaticamente alla fine del matrimonio, sostiene Rachel A. Sussman, psicoterapista di New York specializzata in relazioni e autrice di The Breakup Bible: The Smart Woman’s Guide to Healing from a Breakup or Divorce. I dettagli fanno la differenza: è una cosa di una notte o una relazione segreta che dura da anni? È solo una questione fisica o c’è un legame intimo?

Altrettanto importante è la reazione del partner. Secondo Huemer Winans ci sono alcuni fattori da valutare: “La persona che ha tradito dovrebbe mostrarsi pentita, abbandonare l’amante, rassicurare e comportarsi da persona affidabile e intenzionata a salvare il matrimonio,” Se non è così è meglio lasciar perdere.

 

5. Vi state allontanando.

A volte un matrimonio si dissolve lentamente nel corso degli anni e non si riesce a tornare indietro. Di solito questo si verifica nelle coppie i cui componenti si sono conosciuti da giovani. “Se ci si sposa a vent’anni, intorno ai 35 uno dei due coniugi potrebbe cambiare e decidere di gradire persone diverse dal partner,” dice la Sussman.

Roberto* e la sua ex si erano conosciuti al college e si sono sposati subito dopo. Una delle cose cui tenevano maggiormente era la loro indipendenza, ma col tempo il loro modo di vivere è cambiato così tanto da danneggiare irreparabilmente il matrimonio. Hanno provato a percorrere strade parallele, a seguire i propri interessi pur restando una coppia, ma non ha funzionato.

Roberto afferma di aver provato un’enorme tristezza quando si è accorto della distanza che si era creata con la sua ex moglie, e così hanno deciso di divorziare.

 

Leggi quali sono i segnali di un rapporto che si sta deteriorando sull’articolo “Perché divorziare? I 10 segnali di un matrimonio in crisi

 

6. Avete esaurito ogni altra opzione.

Avete provato con il counseling; avete chiesto consigli a parenti e amici; e avete fatto tutto il possibile per salvare il matrimonio, e la situazione non è migliorata. A questo punto meglio restare soli.

Una volta deciso di divorziare è necessario comunicare con il proprio partner e lavorare su di sé, perché secondo Huemer Winans, “Se non si affrontano i problemi si finirà per attirare a sé lo stesso tipo di persona.”

E sebbene non ti aspetti nulla di buono da un divorzio, ci sono di certo dei lati positivi. Molti divorziati diventano più sicuri di sé e scoprono di essere molto più felici di prima. Ma, secondo Huemer Winans, “Questi risultati positivi non arrivano certo solo firmando un foglio, arriveranno solo dopo aver fatto un lavoro su sé stessi.”

*I nomi sono di fantasia.

 

Se hai deciso di separarti ma non sai come muoverti, chiama il numero 3791156991 o lascia un messaggio su Whatsapp, in alternativa puoi compilare il form che trovi in home page per essere ricontattato gratuitamente.

 

 

Non hai tempo per richiedere i documenti per la separazione? Tranquillo, ci pensiamo noi!

Contattaci al numero 3791156991

Condividi questo articolo:
0
951642cc6a289363eb0351b1c8753612c7f0ae6b
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: