Divorzio: cosa dire ai figli, e come? 8 consigli pratici

Divorzio: cosa dire ai figli, e come? 8 consigli pratici

Divorzio: cosa dire ai figli? In questo articolo 8 utili consigli per genitori che divorziano:

come rendere meno traumatico possibile il divorzio di mamma e papà?

1. Ogni famiglia è diversa: rispetta tempi e sentimenti

Qual è il modo migliore di aiutare la tua famiglia nel superare un divorzio? Ogni situazione, e ogni famiglia, è diversa. Ma alcune linee guida e consigli per ridurre lo stress del trauma possono rendere le cose più facili.

Questi consigli possono rendere il processo meno doloroso, per figli e genitori. I genitori dovranno interpretarli a modo loro; l’onestà, la sensibilità, l’autocontrollo e il passare del tempo aiuteranno a superare questa fase delicata. Non avere fretta: ogni situazione ha i suoi tempi.

2. Aiuta i bambini a gestire e comprendere i loro sentimenti

Incoraggia i bambini ad aprirsi riguardo ai propri sentimenti in merito al divorzio, positivi o negativi che siano.

È importante per chi divorzia incoraggiare i propri figli ad esprimere i loro pensieri e i loro sentimenti, che devono rimanere ben distinti dai sentimenti dei genitori. Spesso i bambini avvertono un sentimento di perdita e potrebbero incolpare voi o il partner, o entrambi, per ciò che sta accadendo nelle loro vite. Perciò, devi essere ben pronto a rispondere a domande che i tuoi bambini potrebbero porti.

Ogni discussione e confronto che scaturisce deve essere visto da voi come un processo in evoluzione, perché i bambini crescono e diventando più maturi, quindi potrebbero sviluppare nuove domande o preoccupazioni cui non avevano pensato in precedenza. Anche se ti sembrerà di tornare sempre sugli stessi argomenti, mantieni un dialogo aperto. Se possibile, parlane con altri genitori e pensa a come parlare ai tuoi figli dell’accaduto.

3. Cosa dire ai figli quando i genitori si lasciano? E come?

Se non te la senti perché temi di crollare e non controllarti, chiedi a qualcun altro (magari un parente) di spiegare loro le cose. Il problema non è farsi vedere tristi o arrabbiati dai bambini, ma l’emotività esagerata potrebbe farli sentire responsabili per i sentimenti del genitore.

È normale che i bambini provino una serie di emozioni legate al divorzio. Potrebbero sentirsi in colpa e pensare di aver “causato” loro il problema, soprattutto quei bambini abituati a sentire i propri genitori litigare per situazioni di gestione dei figli. I ragazzi potrebbero provare rabbia, paura, o preoccupazione per il proprio futuro.

Sebbene i bambini soffriranno per un certo periodo il divorzio, l’impatto più forte dura circa 2 o 3 anni. In questo periodo non tutti i bambini sono in grado di esprimere le proprie emozioni. Potrebbero invece comportarsi male o deprimersi. Per i ragazzi in età scolastica, ciò diviene evidente quando i voti calano o quando perdono interesse nelle varie attività. I bambini più piccoli spesso esprimono questi sentimenti durante il gioco.

Si potrebbe avere la tentazione di dire al bambino di non comportarsi in un determinato modo, ma i ragazzi (come anche gli adulti) hanno diritto ai propri sentimenti. E se proverai a forzarli alla felicità, potresti ottenere l’effetto contrario, impedendogli di esprimere sinceramente i propri sentimenti.

Lascia la tua email per ricevere utili informazioni sul divorzio nonché preziosi spunti di riflessione, oppure utilizza la live chat che trovi di fianco se vuoi ricevere dettagli tecnici. Se preferisci abbiamo anche un numero diretto: 379 1156991

4. Evita di litigare davanti ai tuoi figli

Ecco una delle cose più difficili da fare. Ma è importante tenere i bambini lontani dalle vostre discussioni. I bambini capiscono certe cose in maniera sorprendente. Le ricerche dimostrano che il fattore principale dei problemi d’adattamento dei bambini è proprio il livello di conflitto tra i genitori cui vengano esposti. Li pone in una situazione molto difficile, nella quale potrebbero ritrovarsi a dover prendere posizione verso uno o l’altro genitore, o ascoltare cose molto negative da parte di uno o entrambi i genitori.

È altrettanto importante attenersi alla realtà. Se, ad esempio, un coniuge ha abbandonato la famiglia bisogna riconoscere apertamente l’accaduto. Non è tua responsabilità spiegare il comportamento del coniuge, ma se i bambini vogliono porre delle domande è importante rispondere con neutralità e oggettività, per quanto sia difficile.

5. Non usare i bambini come messaggeri o mediatori, in particolare durante i litigi

Per quanto si possa provare la tentazione di farlo, non si dovrebbero utilizzare i bambini come messaggeri. Ci sono infiniti altri modi di comunicare con l’ex-partner. Inoltre, evita di chiedere al bambino informazioni sulla vita dell’altro genitore, i bambini non amano che gli si chieda di “spiare” uno dei coniugi. Sfrutta ogni occasione di comunicare direttamente con l’ex-partner in merito a questioni importanti quali orari, visite, questioni di salute o di scuola.

6. Aspettati di incontrare resistenze e difficoltà nel far abituare i tuoi figli a un nuovo partner o ai figli del tuo nuovo partner

Le nuove relazioni, le famiglie estese e i nuovi matrimoni sono gli aspetti più complicati del processo di divorzio. Una nuova famiglia estesa può essere causa di ulteriore stress, e può necessitare di un ulteriore periodo di adattamento. Bisogna comunicare molto perché tenere alta la guardia rispetto allo stress può prevenire lo sviluppo di una serie di problemi ulteriori.  

7. Fatti aiutare: cerca di ridurre lo stress nella tua vita per aiutare la tua famiglia

L’aiuto di amici e parenti può migliorare la capacità di adattamento ai genitori e ai propri figli alla nuova situazione. I ragazzi potrebbero trarre beneficio incontrando altri ragazzi che abbiano superato con successo le difficoltà nei rapporti con genitori separati e divorziati. Cercando aiuto ti sarà più facile trovare soluzioni ai problemi pratici ed emotivi che altre famiglie hanno già affrontato.

Quando possibile, bisogna incoraggiare i bambini ad avere un’immagine quanto più positiva di entrambi i genitori. Anche nelle migliori circostanze, la separazione e il divorzio possono essere dolorosi per molti bambini.

I genitori devono anche ricordarsi di prendersi cura di sé. Cerca di ridurre lo stress cercando il supporto degli amici e chiedi aiuto se necessario. Mantieni delle vecchie tradizioni di famiglia e costruisci dei nuovi ricordi da condividere. Mostrare ai figli di essere in grado di prendersi cura del proprio corpo e dell’equilibrio mentale li aiuterà a essere più forti.

8. Cercate di trovare dei compromessi in modo che le fasi di divorzio o separazione non si protraggano a lungo

La soluzione migliore per tutti è senz’altro il divorzio breve: così la famiglia non si ritroverà in mezzo a battaglie legali che dureranno anni, e la vita di tutti, seppur diversa e da ricostruire in base alle nuove circostanze, può ripartire. Noi possiamo aiutarti e darti tutti gli strumenti per rendere meno doloroso per tutti il momento tanto delicato che è il divorzio o la separazione: contattaci e fai due chiacchiere con i nostri esperti.

 

A richiedere i documenti per separazione e divorzio ci pensiamo noi!

 

Lascia la tua email per ricevere utili informazioni su divorzio o separazione nonché preziosi spunti di riflessione, oppure utilizza la live chat che trovi di fianco se vuoi ricevere dettagli tecnici. Se preferisci abbiamo anche un numero diretto: 379 1156991

Condividi questo articolo:
0

1 commento

  1. Buon giorno io ho due figlie maggiorenni.
    Non ho litigi in corso.mi sono innamorato di un’altra donna. E questo dura da 1 anno circa.non proprio come comunicarlo a mia moglie.e vorrei uscire da casa in maggio.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

951642cc6a289363eb0351b1c8753612c7f0ae6b
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: