Decidere di divorziare: i 5 blocchi mentali che ce lo impediscono

Decidere di divorziare: i 5 blocchi mentali che ce lo impediscono

Decidere di divorziare non è mai semplice.

Si pensa ai figli, si pensa a cosa ne sarà del nostro ex e a cosa ne sarà del nostro rapporto. In questo articolo vedremo i 5 più grossi blocchi mentali che ci impediscono di andare avanti nella nostra scelta.

“Una mia amica di recente ha preso la difficile decisione di abbattere il suo cane. Aveva quasi 14 anni ed era affetto da un tumore allo stadio terminale. Una situazione dura da affrontare, per il cagnolino e per tutta la famiglia. Mi ha detto: “La cosa che più mi faceva soffrire, inverosimilmente, era che continuava ad andare a correre con mio marito ogni giorno, imperterrito. Lo adorava. Ma soffriva troppo.

Vi racconto questo aneddoto perché mi ha inevitabilmente portato a riflettere su alcuni aspetti del divorzio e nello specifico del decidere di divorziare. Perché anche nei matrimoni più infelici ci sono alcuni aspetti che visti da fuori sembrano andare bene, proprio come quel cane che faceva uno sforzo immane pur di andare a correre con il suo padrone. E sono proprio queste cose a rendere difficile un divorzio. Riuscire a sentire la sofferenza che si cela dietro l’apparenza. Per me è stato così.”

A volte ci soffermiamo solo su quello che apparentemente va bene, senza badare agli sforzi e alla violenza psicologica che ci auto infliggiamo pur di dare una sembianza di tranquillità al nostro rapporto. 

Quante volte ci capita di sentire storie dove divorziare sarebbe la cosa più logica ma si continua a temporeggiare? Anche quando poi sembra che si sia finalmente presa la decisione, si ritorna indietro a rimuginare e si continua a prendere tempo. Forse perché si pretende di essere sicuri al 100% della propria scelta, trascurando il fatto che i momenti di sicurezza siano variabili. 

Vuoi separarti o divorziare? Se hai bisogno di informazioni su come procedere contattaci al numero 3791156991 o lascia un messaggio su Whatsapp e sarai richiamato il prima possibile.

 

I motivi per i quali non riusciamo a fare il grande passo possono essere molteplici, ma sono soprattutto questi 5 blocchi mentali che ci impediscono di decidere di divorziare anche quando dovremmo:

  1. Per divorziare, non devi sforzarti di odiare il tuo coniuge. Molti si bloccano proprio qui. Si sentono confusi e destabilizzati dall’affetto che inevitabilmente provano ancora per il coniuge. Aspettano che si manifesti un certo odio per porre fine al proprio matrimonio con la coscienza a posto. Il punto è che se un matrimonio non è sano, mai lo sarà, a prescindere dall’affetto che proviamo per l’altro. Si potrebbe passare il resto della vita a chiedersi che ne sarà del proprio ex una volta separati, e intanto la vita scorre ma il matrimonio non farà un solo passo avanti. 
  2. Non sforzarti nemmeno di rendere le cose perfette e indolore. Esistono coppie di divorziati che restano amici e continuano a frequentarsi? Certo. Seppur sia una rarità, esistono. Così come esistono quelli che riescono a trascorrere insieme le vacanze e si divertono anche, quelli che continuano a darsi supporto, quelli che continuano a volersi bene. Ma tu dimenticatene, adesso. Solo il tempo e l’agire ti potrà dare modo di constatare che tipi di ex sarete, e di certo non puoi posticipare solo perché vuoi provare a lasciarvi da amici.
  3. Fate ancora sesso. E forse lo fate anche bene. Ma senza l’intimità emotiva e il giusto coinvolgimento che sesso è? Un’abitudine? Un anti-stress? Ci sono coppie che continuano a fare sesso anche dopo il divorzio. Può capitare. Ma ovviamente l’idea che riuscite ancora a fare del buon sesso, non dovrebbe impedirti di andare avanti se sai che non ci sono altre cose che funzionano nel tuo matrimonio. Chiediti come ti senti dopo aver fatto sesso. Sei felice? Ti senti amato? Hai stima in te stesso? Se non è così allora è solo sesso. E non è un elemento fondamentale per tenere in piedi un matrimonio.
  4. Non ti rovinerai la vita e non la rovinerai al tuo partner. L’immagine dei divorziati che cominciano a bere alle 2 del pomeriggio e vagano per la casa in pigiama tutto il giorno non ha nulla a che vedere con la realtà. Si continua a vivere la propria vita, ci si prende cura dei figli e si va a lavorare. Esattamente come prima. E nel frattempo si elaborano le sofferenze del divorzio. Non trascorrerai i tuoi giorni sul divano con una pezza bagnata sulla testa, né tu né il tuo partner. Anzi, dopo che riuscirete ad assestarvi con la vostra nuova vita potrebbe addirittura andare meglio di prima. Di certo una vita fatta di sforzi per rendere piacevole la farsa non è ciò che serve, a nessuno dei due.
  5. L’idea che la tua vita cambierà. Sembra ovvio quanto spaventoso. Eppure, finché non si divorzia, non si può sapere in che misura possa cambiare la nostra vita. I soldi scarseggeranno?. Gli amici spariranno? I bambini saranno risentiti e disillusi? Non lo sappiamo, non lo possiamo sapere. Però meglio immaginare che niente sarà più come prima piuttosto che poi sorprendersi del contrario.

Quando decidi di divorziare, stai scommettendo sul tuo futuro. Anche se il processo sarà lungo, è il caso di provarci. Sì, qualcosa cambierà, ma il risultato varrà il sacrificio.

Se vuoi fare in modo che il tuo divorzio scorra in maniera veloce e fluida contattaci.

Non hai tempo per preparare la documentazione per il divorzio? Tranquillo, ci pensiamo noi!

Vuoi separarti o divorziare? Se hai bisogno di informazioni su come procedere contattaci al numero 3791156991 o lascia un messaggio su Whatsapp e sarai richiamato il prima possibile.

Condividi questo articolo:
0
951642cc6a289363eb0351b1c8753612c7f0ae6b
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: