Cause di divorzio: i 10 motivi di separazione più comuni

Cause di divorzio: i 10 motivi di separazione più comuni

Cause di divorzio: se pensi che l’infedeltà coniugale sia il principale tra i motivi di separazione ti stai sbagliando di grosso!

Infatti sembrerebbe che, tra le principali cause di divorzio, ci siano problemi di comunicazione e problemi con se stessi che si ripercuotono sulla coppia.

Lascia la tua email per ricevere utili informazioni sul divorzio nonché preziosi spunti di riflessione, oppure utilizza la live chat che trovi di fianco se vuoi ricevere dettagli tecnici. Se preferisci abbiamo anche un numero diretto: 379 1156991

 

Ecco dunque alcuni dei motivi di separazione più comuni:

 

  1. Stare insieme per motivi sbagliati.

Sposarsi ad esempio per i soldi o per fare piacere a qualcuno, è il preambolo di un divorzio quasi immediato, ma spesso succede che ci si sposa perché si ritiene sia la cosa migliore da fare.

Molte persone sostengono che i problemi che le hanno portate al divorzio erano già presenti nella coppia sin dall’inizio, ma se si vanno ad esaminare i motivi che li hanno portati a sposarsi, molto spesso, alla base c’è un errore di valutazione. Qualche esempio? Sposarsi perché tutti si aspettano che vada così, oppure perché si sono già spesi molti soldi per il matrimonio e si sente che non ci si possa tirare indietro, o perché si è costruita insieme la propria casa dei sogni. 

 

  1. Mancanza di identità.

Una relazione di dipendenza dall’altro non è sana. Quando non si hanno interessi personali o occasioni di esprimersi al di fuori della coppia, la relazione si trasforma in un handicap. Infatti molte persone sprofondano quando capiscono di non sentirsi a proprio agio a fare le cose senza il partner, o quando si rendono conto di non sapere che genere di musica, film o cibo si preferisca perché si è confusa la propria identità con quella del partner.

 

  1. Perdersi nei ruoli.

Molte coppie dimenticano i loro amici e le loro abitudini da single una volta sposate, e la situazione spesso degenera quando nascono dei figli, poiché la maggior parte dei genitori dimentica del tutto di essere una coppia.

Mentre i bambini crescono e richiedono minori attenzioni, molti mariti e molte mogli scoprono di essersi gradualmente allontanati tanto da non riuscire neanche a ricordare il motivo per il quale si siano sposati, poiché non hanno più niente in comune.

 

 

Lascia la tua email per ricevere utili informazioni sul divorzio nonché preziosi spunti di riflessione, oppure utilizza la live chat che trovi di fianco se vuoi ricevere dettagli tecnici. Se preferisci abbiamo anche un numero diretto: 379 1156991



  1. Interessi e abitudini diverse

È cambiato tutto da quando ci siamo sposati!” Molte coppie rispondono così alla domanda “Perché non state più bene insieme?” Succede che dopo essersi sposati si riscontrino nell’altro peculiarità che non avevamo notato prima, come la tendenza a spendere o a essere troppo parsimoniosi, oppure l’essere disordinati o maniaci del controllo, per andare ancora di più nel dettaglio: io amo gli animali e il partner no, io amo andare al mare e il partner in montagna, ecc… 

Perché non te lo ha detto prima? Forse avresti dovuto chiederglielo tu. È probabile a cambiare non sia stato il partner, ma le tue aspettative. È possibile sorvolare su questa differenza di vedute? Sì, è possibile, ma non tutti ci riescono.

 

  1. Non c’è più intimità.

Anche nei migliori matrimoni la sfera dell’intimità non è sempre al 100%. Capita infatti che uno dei due mostri meno desiderio dell’altro per una giornata storta, perché non è in ottima forma mentale o fisica o per mille altri motivi. Però quando accade spesso iniziano i fraintendimenti e i cattivi pensieri.

Gli uomini in linea di massima sentono il bisogno di uno stimolo sessuale per essere romantici e le donne invece hanno bisogno di momenti romantici per essere sessualmente recettive. Finché entrambi riescono ad ottenere ciò che desiderano, ci si sente soddisfatti e appagati, ma se il meccanismo si inceppa, e se non si fa in tempo ad accorgersene, e a riparare, si andrà incontro ad una degenerazione della situazione. Ci si inizierà a sentirsi poco amati e apprezzati, e questo potrebbe portare al divorzio.

 

  1. Aspettative disattese.

Un errore molto comune è pretendere che l’altro ci doni quella felicità che noi stessi non siamo in grado di donarci; così succede che nei momenti “down” spesso si pretende che il proprio partner metta in atto dei cambiamenti necessari a renderci nuovamente felici. Questo atteggiamento si manifesta sotto forma di lamentele, critiche, accuse, lagnanze, minacce, punizioni o ricatti.

Quando uno o entrambi i partner cercano di forzare l’altro a fare cose che non vuole fare al fine della propria felicità, il risultato non può che essere un disastro. Se la tua relazione non ti rende felice non c’è niente di male a desiderare un cambiamento. Ma ricorda che sei tu l’unico responsabile della tua felicità.

 

  1. Soldi.

I soldi sono da sempre causa di discussione nella maggior parte delle famiglie: non sono sempre i problemi di denaro a causare il divorzio, ma la mancanza di compatibilità riguardo agli aspetti economici.

Gli opposti si attraggono, vero, ma quando due persone sono agli antipodi riguardo alle questioni finanziarie, molto spesso si finisce per divorziare. Immagina il livello di conflitto tra chi spende troppo e chi vuole risparmiare. Chi è concentrato sul proprio futuro e chi vive alla giornata. Chi non ha problemi a sottoscrivere un finanziamento e chi mette da parte i soldi per realizzare un desiderio.

Nel tempo, questo conflitto si inasprisce a tal punto che il divorzio sembra essere l’unica soluzione logica.

 

  1. Essere fisicamente distanti e non manifestare l’affetto provato

Il contatto fisico gioca un ruolo fondamentale in un coppia, e non stiamo parlando solo di sesso. Infatti gesti come un bacio non legato all’atto sessuale, un abbraccio improvviso, un prendersi la mano mentre si passeggia, mantengono l’intimità emotiva. Le coppie che non manifestano l’affetto con il contatto fisico, sia sessuale che non, sono destinate a sentirsi prima o poi estranee.

 

  1. Interessi e priorità differenti.

Condividere degli interessi e coltivarli insieme è fondamentale per un buon matrimonio. Certo, avere del tempo da trascorrere per conto proprio è altrettanto importante, ma se non vi sono passioni comuni e non si cercano modi per viverle assieme, ci si allontanerà quasi inevitabilmente.

 

  1. Incapacità di risolvere i conflitti.

Non esiste coppia che non litighi mai. Per questo è fondamentale individuare delle regole di base per fare in modo che ci si ascolti e rispetti a vicenda. A volte c’è la necessità di un arbitro esterno che ci aiuti a definire queste regole e ci spieghi come andare oltre il risentimento e l’animosità affinché non si radichino nel nostro rapporto.

⇒ Potrebbe anche interessarti: Perché divorziare entro il 2017 e perché non temporeggiare a oltranza?

 

Lascia la tua email per ricevere utili informazioni sul divorzio nonché preziosi spunti di riflessione, oppure utilizza la live chat che trovi di fianco se vuoi ricevere dettagli tecnici. Se preferisci abbiamo anche un numero diretto: 379 1156991



Condividi questo articolo:
0
951642cc6a289363eb0351b1c8753612c7f0ae6b
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: