Cause di separazione: quando ci si lascia “a causa” dei figli.

Cause di separazione: quando ci si lascia “a causa” dei figli.

Quali sono le più frequenti cause di separazione? Pare che molto spesso i motivi ruotino intorno ai figli. Una delle principali cause di separazione pare sia proprio l’arrivo dei figli. Strano, dite? Beh, quando in una coppia arriva un figlio gli equilibri si stravolgono: l’assetto cambia completamente, cambiano le priorità, il modo di approcciarsi l’uno all’altra, le abitudini. È un po’ come dover ricominciare da capo, come dover conoscere una nuova persona. Spesso la persona che hai sposato non la riconosci più e te ne ritrovi a fianco un’altra; ecco perché, in generale, fare un figlio per recuperare un rapporto in crisi quasi sempre si rivela la peggiore delle mosse. Un figlio porta con sé nuove responsabilità per entrambi, nuovi sforzi fisici ed emotivi per mantenere il corretto equilibrio tra la cura verso il bebè e la cura verso il partner e verso la propria persona. E non tutti sono in grado di reggere e gestire questo terremoto emotivo e fisico.   Leggi anche “Affidamento congiunto, esclusivo o alternato dei minori: guida completa“   Gli studi confermano che una coppia con figli ha un duro esame da sostenere Uno studio condotto qualche anno fa in Svezia ha messo in evidenza come ben una coppia su tre, e quindi il 33% delle coppie con figli, si ritrovi, intorno ai 4 anni del figlio, nel bel mezzo di una bufera con il coniuge che porta alla rottura e quindi alla separazione. Per l’esattezza l’età media è di 4 anni e 8 mesi. Un dato senz’altro sconcertante, se si pensa alla frase “i figli uniscono“.   Se vuoi avvalerti della nostra consulenza, chiama...

Novità sull’affidamento condiviso

La maggior parte delle separazioni dei coniugi con figli seguono le disposizioni della legge sull’affidamento congiunto (n. 54/2006). Questa legge introdusse importanti novità rispetto al passato: i genitori hanno gli stessi diritti e doveri verso i figli, entrambi devono trascorrere del tempo insieme a loro e partecipare attivamente alla loro educazione.   Lascia la tua email per metterti in contatto con il nostro team di esperti, per ricevere informazioni gratuite sul divorzio; oppure chiama il nostro numero diretto: 3791156991 o contattaci su Whatsapp, siamo a tua disposizione.   L’intenzione nobile di rendere la potestà condivisa tra i due genitori ben presto si è andata a scontrare con le criticità legate all’applicazione della norma nella vita quotidiana: discussioni sugli assegni di mantenimento; discussioni sull’assegnazione della casa coniugale; mancato rispetto delle disposizioni del Tribunale relativamente ai tempi di visita.   Leggi anche: “Quanto tempo ci vuole per divorziare? Divorzio breve, congiunto e giudiziale“ A richiedere i documenti per la separazione ci pensiamo noi! Contattaci al numero 3791156991   Tutte questioni che portano a rompere gli equilibri già delicati tra i genitori e intasano i Tribunali italiani con cause dalla durata pluriennale. Le novità che il nuovo Governo vorrebbe apportare con il contestato ddl Pillon sono le seguenti: garanzia di bigenitorialità. Contrastare il fenomeno dell’alienazione genitoriale, ovvero non consentire più l‘esclusione di uno dei genitori (il più delle volte il padre) dalla vita dei figli; mantenimento diretto. Bypassare la corresponsione di un assegno di mantenimento all’altro coniuge, perché i genitori provvederanno direttamente agli alimenti dei figli; affido condiviso. gestire in modo equilibrato la permanenza dei figli con i genitori assicurando tempi paritari...

ALIENAZIONE GENITORIALE

Nelle separazioni conflittuali sono quasi sempre i padri ad invocare la Sindrome da Alienazione Parentale. La PAS o alienazione genitoriale si verifica quando i figli minori si rifiutano di vedere un genitore definito “alienato” a causa dell’altro genitore, “alienante”.   Se hai deciso di separarti ma non sai come muoverti, chiama il numero 3791156991 o lascia un messaggio su Whatsapp, in alternativa puoi compilare il form che trovi in home page per essere ricontattato gratuitamente.   Secondo i dati ISTAT più recenti, i figli sono affidati esclusivamente alla madre solo nell’8,9% delle separazioni, mentre l’affido condiviso dei figli è cresciuto esponenzialmente con l’introduzione della legge n. 54/2006 fino a superare l’89% dei casi nel 2015.   Leggi anche http://www.divorziocelere.it/divorzio-figli-minorenni/   Eppure un numero sempre più crescente di padri lamenta di essere escluso dalla vita dei figli: sentimenti di paura e rifiuto da parte dei figli, false accuse costruite contro di lui, figli plagiati dalla madre, sono alcune delle dichiarazioni che si possono sentire nelle aule dei tribunali.     L’ex coniuge non deve diventare anche un ex genitore: se tra adulti i rapporti sono ormai deteriorati, per i figli si rimane comunque mamma e papà, mentre accade spesso che i figli diventano a loro discapito i protagonisti nella guerra tra coloro che iniziano la fase di separazione.     A richiedere i documenti per separazione e divorzio ci pensiamo noi! Contattaci al numero 3791156991   Condividi questo...
951642cc6a289363eb0351b1c8753612c7f0ae6b