Separazione: ricominciare dopo il Coronavirus

Separazione: ricominciare dopo il Coronavirus

Separazione: una soluzione per ricominciare dopo il Coronavirus Il momento è difficile per tutti, paura, stress e frustrazioni da Coronavirus certo non aiutano, può quindi capitare che la convivenza domestica prolungata e forzata ingeneri difficoltà di comprensione nelle coppie: la separazione è la soluzione? La convivenza forzata con il coniuge crea irritazione ed insofferenza.   Ci si accorge di quanto le coppie siano ormai distanti, di come manchi il piacere di stare insieme. Tutto ciò crea un dolore grande, non si sa più cosa pensare o cosa dire.   Potrebbe anche interessarti il nostro articolo sulle Differenza tra separazione e divorzio: effetti sul matrimonio   Tutto finisce quindi con il disorientare e potrebbe portare anche a dubitare dei nostri affetti più cari sino a farsi strada, con una certa insistenza, l’ idea della separazione e del divorzio. La situazione attuale ha messo in discussione gli schemi individuali e relazionali di ciascuno. Ovunque ci si metta, ci si può sentire fuori luogo anche dentro casa propria, con i propri affetti. Nella nostra quotidianità le parole come competitività e agire sono state più intense e centrali dell’essere così come si è. Mentre in questo momento vi è anche il non dover fare che inevitabilmente conduce ad una crisi li dove non vi è più il semplice piacere di guardarsi. Anche i figli iniziano a subire le dannose conseguenza degli atteggiamenti ostili tra coniugi ed improvvisamente il rapporto coniugale diventa una galera dalla quale dover necessariamente scappare. Ecco quindi che quella che prima era solo un’idea, un pensiero incomincia a diventare la soluzione più papabile per porre fine all’estenuante guerra tra coniugi: la...
Divorzi e Covid-19: richieste in aumento dopo il lockdown

Divorzi e Covid-19: richieste in aumento dopo il lockdown

Divorzi e Covid-19: richieste in aumento dopo il lockdown in Italia? Chissà se dopo mesi di quarantena, anche nel nostro Paese il numero di divorzi aumenterà e vedremo i mariti e le mogli scappare a gambe levate l’uno dall’altra?   In diverse città della Cina si è verificato un’impennata nelle domande di divorzi, ora che le persone sono libere di lasciare le proprie abitazioni e riacquistare la libertà al termine di questo lungo periodo di convivenza forzata e l’eco della notizia è rimbalzato fino in Italia.     Forse trascorrere troppo tempo intrappolati in casa con il proprio coniuge può condurre alla fine del matrimonio? Leggi anche: “Come chiedere divorzio: hai deciso per la separazione, e ora?“ Cosa accadrà in Italia? Divorzi in tutto lo Stivale? Quando questo periodo di distanziamento sociale a causa del Covid-19 in Italia si allenterà, le persone sposate correranno dagli avvocati divorzisti a chiedere la separazione dal proprio coniuge?   Lascia la tua email per metterti in contatto con il nostro team di esperti, per ricevere informazioni gratuite sul divorzio; oppure chiama il nostro numero diretto: 3791156991 o contattaci su Whatsapp, siamo a tua disposizione. Le opinioni degli esperti Osservando le opinioni di professionisti psicologi e di avvocati specializzati nel diritto di famiglia, la risposta appare tutt’altro che scontata. “Questa è una situazione senza precedenti che è difficile da prevedere”, ha detto il professore di psicologia dell’Università di Boston Steven Sandage, specializzato in consulenza di coppia. “Non esiste un precedente simile documentato nella storia dell’umanità da usare come esempio per determinare quali tendenze si potrebbero vedere nei prossimi mesi e anni” in Italia e...
Separarsi: 6 casi in cui il divorzio è la risposta migliore

Separarsi: 6 casi in cui il divorzio è la risposta migliore

Separarsi a volte è l’unica via d’uscita. Soprattutto in certi casi. Abbiamo selezionato i sei casi in cui separarsi è non solo la soluzione ideale, ma spesso anche l’unica, soprattutto nei primi due. Sarebbe bene individuare quali sono gli eventuali blocchi mentali che ci impediscono di decidere e superarli. A tal proposito ti consigliamo la lettura dell’articolo “Decidere di divorziare: i 5 blocchi mentali che ce lo impediscono” Vediamo quali sono i sei casi per cui separarsi è la situazione migliore:   1. Se il partner ha una dipendenza. Gioco d’azzardo. Sesso. Alcool. Droga. A meno che non voglia chiedere aiuto sul serio o se si trova già sulla via del recupero, e che tu sia già in contatto con un programma per i partner delle persone affette da dipendenze, è meglio andare via. Essere sposati con una persona affetta da dipendenze può portare problemi legali e finanziari, ma anche abusi emotivi. Crescere in un ambiente di questo tipo è molto dannoso anche per i tuoi bambini, che potrebbero ritenersi responsabili del comportamento dei propri genitori.   Francesca,* 49 anni, ha sposato un uomo che era stato sobrio per cinque anni prima di conoscerla. Ma a un anno dal matrimonio è cambiato. Lo descrive come una persona completamente diversa, da carismatico, creativo e produttivo nei momenti di sobrietà a umorale e volubile da ubriaco. “Mi dava la colpa di ogni cosa,” dice. “Ho capito che mio marito amava solo una cosa, e non ero io, né il nostro cane, né la nostra vita insieme. L’unica cosa che amava davvero era bere.” Francesca ha infine deciso di divorziare, e la...
Decidere di divorziare: i 5 blocchi mentali che ce lo impediscono

Decidere di divorziare: i 5 blocchi mentali che ce lo impediscono

Decidere di divorziare non è mai semplice. Si pensa ai figli, si pensa a cosa ne sarà del nostro ex e a cosa ne sarà del nostro rapporto. In questo articolo vedremo i 5 più grossi blocchi mentali che ci impediscono di andare avanti nella nostra scelta. “Una mia amica di recente ha preso la difficile decisione di abbattere il suo cane. Aveva quasi 14 anni ed era affetto da un tumore allo stadio terminale. Una situazione dura da affrontare, per il cagnolino e per tutta la famiglia. Mi ha detto: “La cosa che più mi faceva soffrire, inverosimilmente, era che continuava ad andare a correre con mio marito ogni giorno, imperterrito. Lo adorava. Ma soffriva troppo.” Vi racconto questo aneddoto perché mi ha inevitabilmente portato a riflettere su alcuni aspetti del divorzio e nello specifico del decidere di divorziare. Perché anche nei matrimoni più infelici ci sono alcuni aspetti che visti da fuori sembrano andare bene, proprio come quel cane che faceva uno sforzo immane pur di andare a correre con il suo padrone. E sono proprio queste cose a rendere difficile un divorzio. Riuscire a sentire la sofferenza che si cela dietro l’apparenza. Per me è stato così.” A volte ci soffermiamo solo su quello che apparentemente va bene, senza badare agli sforzi e alla violenza psicologica che ci auto infliggiamo pur di dare una sembianza di tranquillità al nostro rapporto.  Quante volte ci capita di sentire storie dove divorziare sarebbe la cosa più logica ma si continua a temporeggiare? Anche quando poi sembra che si sia finalmente presa la decisione, si ritorna indietro a rimuginare e si continua a prendere tempo. Forse...
Perché divorziare entro il 2019 e perché non temporeggiare a oltranza?

Perché divorziare entro il 2019 e perché non temporeggiare a oltranza?

Perché divorziare nel 2019? Non temporeggiare oltre è un regalo da fare a te stesso, e anche ai tuoi figli, che meritano genitori sereni e felici. Lo sapevi che settembre è considerato “il mese del divorzio”? I trend dimostrano che il numero di richieste di divorzio dopo l’estate sono più numerose rispetto agli altri mesi. Ma perché dopo l’estate si registrano più divorzi? Il motivo è molto semplice: molte persone decidono di rimandare dopo la stagione estiva. In fondo trascorrere le vacanze da soli non è piacevole. Magari si pensa di concedere un’altra chance al rapporto, sperando che i ritmi un po’ più rilassati delle ferie possano migliorare le cose. Passate le vacanze molte cose restano tali e quali, e allora “Anno nuovo, vita nuova”, e l’idea di divorziare nel 2019 ritorna a farsi largo tra i pensieri. Forse è davvero il caso di ricominciare e di scrivere tutto da capo.  Cosa aspetti? Se non sei felice concediti un’altra chance. Certo, il divorzio non è una cosa da prendere alla leggera. Non è qualcosa da affrontare in maniera avventata senza dedicargli prima delle profonde riflessioni. Infatti spesso si consiglia alle coppie di andare in analisi, concedere un’altra possibilità e cercare una riconciliazione. Ma se la situazione si protrae ormai da tempo, se di chance ne sono state concesse, se si è fatto tutto il possibile ma il rapporto ormai si è deteriorato a tal punto di non mostrare vie di ritorno, beh… forse è giunto il momento di riprendere in mano le proprie vite. In fondo se sai già che nonostante tutti gli sforzi il tuo matrimonio non funzionerà e che è solo...
Perché divorziare? I 10 segnali di un matrimonio in crisi

Perché divorziare? I 10 segnali di un matrimonio in crisi

Il divorzio è un processo tortuoso, quindi perché divorziare? Perché divorziare in alcuni casi è l’unica soluzione per tornare ad essere felici. Non è semplice comprendere quando è giunto il momento di decidere di divorziare, e di certo la situazione va affrontata molto seriamente e con intelligenza, perché divorziare è un viaggio anche dentro se stessi, un’analisi, una ricerca oggettiva di quello che ci manca per essere felici. Ci sono dei segnali che ti fanno comprendere perché divorziare sarebbe meglio di continuare il matrimonio, e li abbiamo riassunti in 10 punti. Eccoli: 1) Ti convinci che sia meglio stare da solo. Quel momento in cui iniziamo a rimpiangere la spensieratezza della nostra gioventù arriva per tutti: chi non ha mai pensato che la vita da single era più semplice? Però, se sei sposato e pensi che tornare a stare solo sia meglio che continuare a vivere il tuo matrimonio, forse sei dentro ad una relazione infelice, e in questo caso sarebbe meglio divorziare. 2) Le tue esigenze non vengono soddisfatte. Il matrimonio è un rapporto alla pari, e ognuno dei coniugi deve soddisfare i bisogni dell’altro, fisicamente, emotivamente e spiritualmente. Quando ciò non avviene più o avviene solo da una parte, forse si è giunti al capolinea. 3) State insieme solo per i figli. “Il divorzio non è una tragedia. Mantenere in vita un matrimonio infelice e insegnare ai propri figli cose sbagliate riguardo all’amore è una tragedia.” – Jennifer Weiner I bambini sono svegli. Sanno più cose di quanto credi, e percepiscono i conflitti a chilometri di distanza. Soprattutto, crescono imitando i rapporti che hanno vissuto da piccoli. Vuoi davvero che crescano pensando che il...
951642cc6a289363eb0351b1c8753612c7f0ae6b