Violenza domestica, una sola scelta per salvarti: IL DIVORZIO

Violenza domestica, una sola scelta per salvarti: IL DIVORZIO Secondo i dati ISTAT al 13 maggio risultano -33% di denunce di donne uccise durante il lockdown, ma si registra un preoccupante aumento pari a +73% di chiamate al numero antiviolenza.   LEGGI ANCHE L’ARTICOLO Documenti divorzio: ecco quali servono   Se hai bisogno di sapere come procedere contattaci al numero 3791156991 o scrivici su Whatsapp. Altrimenti lascia i tuoi dati compilando il form in fondo all’articolo e verrai richiamato gratuitamente. Il silenzio delle donne che vivono nelle mura domestiche con uomini che erano o che si sono rivelati violenti, oggi fa molto rumore. Si moltiplicano i servizi televisivi che evidenziano lo scioccante dato pubblicato dall’Istituto Nazionale di Statistica: oltre il 73% in più di richieste di aiuto ricevute dal numero antiviolenza nel periodo di quarantena rispetto all’anno scorso.   L’esempio di chi ce l’ha fatta “Un giorno occhio nero, un giorno il braccio rotto, un giorno la testa ferita, un giorno un taglio sulla pelle. Chiedeva sempre scusa, diceva scusami non lo farò più, non ti dò più le botte, non ti dò le spinte, non ti tratto più male!” Maria, nome di fantasia, è riuscita a salvarsi un giorno prima del lockdown  grazie al Telefono Rosa. La convivenza forzata di questi ultimi mesi ha aggravato la situazione delle donne vittime di violenza. I centri di aiuto hanno sempre continuato a lavorare da casa durante tutto il periodo di lockdown. “In questi due mesi abbiamo ricevuto tantissime telefonate” –  dice una delle volontarie del Telefono Rosa intervistata in tv – “da nord a sud e da donne di ogni ceto...
Separazione: ricominciare dopo il Coronavirus

Separazione: ricominciare dopo il Coronavirus

Separazione: una soluzione per ricominciare dopo il Coronavirus Il momento è difficile per tutti, paura, stress e frustrazioni da Coronavirus certo non aiutano, può quindi capitare che la convivenza domestica prolungata e forzata ingeneri difficoltà di comprensione nelle coppie: la separazione è la soluzione? La convivenza forzata con il coniuge crea irritazione ed insofferenza.   Ci si accorge di quanto le coppie siano ormai distanti, di come manchi il piacere di stare insieme. Tutto ciò crea un dolore grande, non si sa più cosa pensare o cosa dire.   Potrebbe anche interessarti il nostro articolo sulle Differenza tra separazione e divorzio: effetti sul matrimonio   Tutto finisce quindi con il disorientare e potrebbe portare anche a dubitare dei nostri affetti più cari sino a farsi strada, con una certa insistenza, l’ idea della separazione e del divorzio. La situazione attuale ha messo in discussione gli schemi individuali e relazionali di ciascuno. Ovunque ci si metta, ci si può sentire fuori luogo anche dentro casa propria, con i propri affetti. Nella nostra quotidianità le parole come competitività e agire sono state più intense e centrali dell’essere così come si è. Mentre in questo momento vi è anche il non dover fare che inevitabilmente conduce ad una crisi li dove non vi è più il semplice piacere di guardarsi. Anche i figli iniziano a subire le dannose conseguenza degli atteggiamenti ostili tra coniugi ed improvvisamente il rapporto coniugale diventa una galera dalla quale dover necessariamente scappare. Ecco quindi che quella che prima era solo un’idea, un pensiero incomincia a diventare la soluzione più papabile per porre fine all’estenuante guerra tra coniugi: la...
Divorzi e Covid-19: richieste in aumento dopo il lockdown

Divorzi e Covid-19: richieste in aumento dopo il lockdown

Divorzi e Covid-19: richieste in aumento dopo il lockdown in Italia? Chissà se dopo mesi di quarantena, anche nel nostro Paese il numero di divorzi aumenterà e vedremo i mariti e le mogli scappare a gambe levate l’uno dall’altra?   In diverse città della Cina si è verificato un’impennata nelle domande di divorzi, ora che le persone sono libere di lasciare le proprie abitazioni e riacquistare la libertà al termine di questo lungo periodo di convivenza forzata e l’eco della notizia è rimbalzato fino in Italia.     Forse trascorrere troppo tempo intrappolati in casa con il proprio coniuge può condurre alla fine del matrimonio? Leggi anche: “Come chiedere divorzio: hai deciso per la separazione, e ora?“ Cosa accadrà in Italia? Divorzi in tutto lo Stivale? Quando questo periodo di distanziamento sociale a causa del Covid-19 in Italia si allenterà, le persone sposate correranno dagli avvocati divorzisti a chiedere la separazione dal proprio coniuge?   Lascia la tua email per metterti in contatto con il nostro team di esperti, per ricevere informazioni gratuite sul divorzio; oppure chiama il nostro numero diretto: 3791156991 o contattaci su Whatsapp, siamo a tua disposizione. Le opinioni degli esperti Osservando le opinioni di professionisti psicologi e di avvocati specializzati nel diritto di famiglia, la risposta appare tutt’altro che scontata. “Questa è una situazione senza precedenti che è difficile da prevedere”, ha detto il professore di psicologia dell’Università di Boston Steven Sandage, specializzato in consulenza di coppia. “Non esiste un precedente simile documentato nella storia dell’umanità da usare come esempio per determinare quali tendenze si potrebbero vedere nei prossimi mesi e anni” in Italia e...
Differenza tra separazione e divorzio: effetti sul matrimonio

Differenza tra separazione e divorzio: effetti sul matrimonio

Differenza tra separazione e divorzio: quali sono le conseguenze effettive sul matrimonio? Qual è la differenza tra separazione e divorzio? Molte volte si fa in fretta a parlare di ex, anche quando si è soltanto separati. Ma si diventa effettivamente ex coniugi solo nel momento in cui si procede al divorzio. Infatti la separazione non mette fine al matrimonio, semplicemente ne sospende gli effetti fino a quando i coniugi non ricorrano al divorzio o non decidano di riconciliarsi. Vediamo le differenze sostanziali.   Per ricevere informazioni sul divorzio e sulla separazione in maniera gratuita puoi chiamare il numero diretto 3791156991 o lasciare un messaggio su Whatsapp. In alternativa, compila il form sottostante e ti contatteremo noi il prima possibile. La tua email Il tuo nome   A richiedere i documenti per la separazione ci pensiamo noi! Effetti sul matrimonio della separazione Ecco cosa cambia in una coppia quando ci si separa: viene meno il dovere di coabitazione viene meno l’obbligo di fedeltà viene meno il dovere di collaborazione, ovvero l’obbligo di contribuzione reciproca alle necessità organizzative della vita della famiglia cessa il dovere di assistenza morale reciproca se i coniugi avevano contratto matrimonio in comunione dei beni, questa verrà sciolta Sull’assistenza materiale (ovvero il provvedere ai bisogni dell’altro coniuge qualora non riesca a fare da sé) occorre fare un discorso a parte: a volte l’obbligo dell’assistenza materiale persiste anche dopo il divorzio, e può capitare che uno dei due coniugi debba versare all’altro un assegno di mantenimento, anche se ci sono stati ultimamente cambiamenti sostanziali. Di questo argomento avevamo parlato approfonditamente sull’articolo “Assegno divorzile: niente mantenimento per i coniugi con redditi superiori...
Affidamento congiunto, esclusivo o alternato dei minori: guida completa

Affidamento congiunto, esclusivo o alternato dei minori: guida completa

Affidamento congiunto, affidamento esclusivo e affidamento alternato dei figli: in cosa si differenziano? I “tipi di affidamento” (affidamento condiviso, affidamento esclusivo e affidamento alternato) sono argomenti molto caldi in termini di separazione in presenza di figli minori. In questo articolo vedremo le sostanziali differenze tra loro. Vuoi separarti ma non sai come fare, chiama il numero 3791156991 o contattaci su Whatsapp per avere informazioni. Puoi anche compilare il form che trovi in home page per essere ricontattato gratuitamente dai nostri consulenti.   Affidamento congiunto L’affidamento congiunto è stato introdotto per la prima volta nell’ordinamento italiano con la Legge n. 54/2006, che ha previsto l’affidamento bigenitoriale nei procedimenti separativi di coppie coniugate con figli. L’affidamento condiviso fa sì che l’esercizio della potestà genitoriale sia congiunta, e quindi entrambi i genitori hanno gli stessi diritti e doveri verso i figli. Si presuppone che tra gli ex coniugi ci sia alta collaborazione al fine di garantire una crescita il più serena possibile ai propri figli, un’attiva partecipazione di entrambi nell’elaborazione e nella realizzazione del progetto educativo comune (Cass., sent. n. 10174, del 20.06.2012). Nell’affidamento condiviso non ci sono condizioni autorevoli alle quali sottostare, e quindi entrambi i genitori possono trascorrere del tempo con i figli nelle tempistiche e nei modi di visita che più siano congeniali al benessere psicofisico di tutti, in primis dei bambini. Ogni giudice chiamato a intervenire sulle decisioni riguardanti i minori ritiene preferibile l’affidamento condiviso del figlio nella separazione o nel divorzio, dove ogni genitore è tenuto a offrire concretamente cura, assistenza ed educazione in egual misura. Purtroppo ci sono però dei casi in cui questo non è possibile, e allora si procede all’affidamento esclusivo, che può disporsi...
Divorzio: i sette errori più comuni

Divorzio: i sette errori più comuni

Divorzio: i sette errori più comuni che si fanno. In questo articolo vediamo cosa evitare per affrontare al meglio la fine di un matrimonio. Quando si divorzia, i soldi non sono l’unico problema, in particolare se si ha a che fare con personalità manipolatrici, violente ma anche semplicemente poco razionali. Prendere le decisioni giuste restando lucidi è difficile anche quando si divorzia da una persona ragionevole. Sono in molti ad arrivare alla fine di un matrimonio così arrabbiati, nervosi e ansiosi da non essere in grado di applicare un ragionamento logico riflettendo su come difendere sé stessi e i propri figli da un accordo poco equo. In passato, nel corso di un divorzio le emozioni più comuni erano tristezza e rimpianto. Oggi l’emozione dominante è la rabbia: si è arrabbiati con il coniuge, con i genitori del coniuge, con il nuovo partner del coniuge… Tutta questa rabbia si traduce in parole e atti che rendono il processo del divorzio più costoso, stressante, frustrante, lungo. Insomma, una vera e propria guerra. Ma tutto ciò si può evitare, anche se si ha a che fare con un coniuge particolarmente intrattabile. Ecco i sette errori più comuni che si commettono in fase di divorzio. Se imparerai a controllare le tue emozioni ed evitare questi errori, riuscirai anche ad alleviare il dolore e le sofferenze del divorzio. Lascia la tua email per ricevere utili informazioni sul divorzio. Contattaci al numero 3791156991 o lascia un messaggio su Whatsapp e sarai richiamato il prima possibile. La tua email Il tuo nome 1. Usare i tuoi bambini come pedine La minaccia di rifiutare o limitare le...
951642cc6a289363eb0351b1c8753612c7f0ae6b